Zorin OS

Alcuni anni or sono, quando Microsoft ha smesso il supporto di Windows XP, molte aziende e privati hanno dovuto fronteggiare la migrazione di macchine, software e sistemi a Windows 7. Molti utenti, scoraggiati dal costo dell’upgrade, hanno cercato alternative per non rinnovare il loro parco macchine. Ed appunto in quel periodo anch’io ho cercato “alternative” valide al SO di Richmond. Unica vera valida alternativa era affidarsi ad una distro di Linux, già ampiamente diffuso, stabile e testato, ma cui mancava una spinta definitiva per affermarsi nel marcato consumer e workstation. Sicuramente il momento era propizio ed effettivamente in molti hanno cercato di approfondire la conoscenza di REHL, Ubuntu, Debian ed altri. Come detto anche io provai ad installarne alcune, quando per caso mi imbattei in Zorin OS che prometteva un’interfaccia “wintel friendly”, installazione rapida e senza particolari conoscenze.

Sebbene Zorin mantenesse le aspettative non ci fu la grande rivoluzione ipotizzata e caldeggiata dai sostenitori dell’open source, ma a quel periodo va comunque il merito di aver messo “la pulce nell’orecchio” di molti, pur sapendo che la stragrande maggioranza di applicativi di produzione si basassero su Windows e che hanno continuato a funzionare, più o meno, anche su Win7.

zorinos

Questo detto abbiamo adottato Zorin come nostra scelta open source su PC e workstation. Merita una prova e sarà sicuramente oggetto di ulteriori articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.