Controllo Genitore in Windows 7

Dopo aver affrontato la gestione degli account nel precedente articolo, passiamo ad un altro argomento fondamentale nella gestione del PC. La gestione degli account destinati ai bambini non può prescindere dalla conoscenza di base dell’accounting policy di windows: se non lo avete ancora fatto sarà FONDAMENTALE leggere l’articolo di cui sopra.

Un paio di considerazioni. Spesso come genitori ci si pone l’interrogativo di quando e come far approcciare il mondo della tecnologia informatica ad i nostri figli. Ora, un atteggiamento molto diffuso è la completa demonizzazione degli apparati tecnologici ed il rifiuto categorico ai piccoli di approcciare in età infantile alla tecnologia. E’ una strada. All’altro estremo troviamo adulti che lasciano totale libertà di gestione della tecnologia da parte dei bambini a volte nella totale incuria.

In entrambe i casi i risultati sulla formazione del piccolo in età evolutiva sono insoddisfacenti: i primi si ritroveranno prima o poi a doversi inoltrare senza guida o peggio, con la guida dei coetanei, nella giungla del web, del software e dei sistemi operativi, i secondi, a fronte di un certo vantaggio competitivo, avranno dovuto confrontarsi prematuramente con tematiche fuori età e difficili da gestire. Non sta a me fornire ulteriori considerazioni in merito ma quello che vi posso dire è che c’è un buon modo per inserire il PC nella vita di un piccolo in maniera graduale e responsabile. Vediamo come.

Il primo passaggio, dopo aver creato la password per l’amministratore è creare un utente che risponda alle caratteristiche del bambino. Ho ipotizzato un bimbo di 8 anni di nome gigino. Che creativo.

Andiamo su Start —> Pannello di Controllo e clicchiamo su Aggiungi o rimuovi account utente.

Ci si presenteranno l’account amministratore creato in precedenza e l’account Guest inattivo che viene creato di default da windows:

Clicchiamo su Crea un nuovo account, apparirà questa finestra:

Inseriamo il nome (Gigino) e il tipo di account (Utente standard, per non dare privilegi di amministratore al piccolo Gigi!) e creiamo l’account.

Ora Gigino esiste, cliccandoci sopra, bisogna solo attribuirgli una password per renderlo operativo in maniera consistente:

Scegliamo una password semplice. In questo caso, visto che l’account appartiene ad un bambino e che avrà forti limitazioni e non potrà agire sulle impostazioni base del PC possiamo permettercelo: nipotino

Ora Gigino ha una password d’accesso, è venuto il momento di costruire un perimetro sicuro per limitarne le azioni:

Selezioniamo Gigino:

Attiviamo controllo genitori:

Poi pensiamo alle ore in cui potrà avere accesso alla macchina:

 

Limitandole:

Poi adeguiamo i giochi:

All’età del nostro piccolo, prima con il riferimento PEGI 7, così andiamo sul sicuro,

Poi specifichiamo i contenuti con precisione:

Potremmo poi specificare anche i programmi da concedere o limitare, l’operazione è molto semplice ed entrare nello specifico non è obbiettivo di questo articolo.

Clicchiamo su OK e ritornando sulla pagina degli account il nostro Gigino sarà limitato e protetto:

Il gioco è fatto. Al prossimo riavvio Gigino apparirà all’avvio di Windows e potrà accedere al PC digitando la sua password con le limitazioni del caso. Nel prossimo articolo vedremo come monitorare le attività del piccolo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.